HOME | CHI SIAMO | CONTATTI

sede centrale

Via Cavour 108 | 00184 Roma

(angolo via dei Quattro Cantoni, 2)

M Cavour | tel. 06 4783921

cafuil.rm0@cafuil.it

 

il bandolo della matassa
Il Bandolo della Matassa
sede legale: Via Cavour 108
00184 Tel: 06.4783921
PI 05030801004

 

Powered by Euchia.it

Ti trovi in: Home  »  I servizi del CAF UIL  »  IMU/TASI

IMU/TASI

è bene sapere che...

<strong>IMU/TASI</strong>

TASI, nuova imposta sugli immobili

Il Comune di Roma ha deliberato le proprie aliquote TASI: se possiedi un immobile o lo hai in affitto devi versare l'acconto entro il 16 ottobre 2014.

Cerca la sede CAF UIL più vicina a te per richiedere il calvolo di quanto dovuto. IL SERVIZIO È ANCHE SU APPUNTAMENTO!

> torna all'inizio

IMU, che cos'e'

Dal 1° gennaio 2012, con l’anticipo dell’entrata in vigore dei decreti per il federalismo fiscale, l’ICI (Imposta Comunale Immobili) viene assorbita dalla nuova Imposta Municipale Unica: IMU.

L'ICI, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n. 504 del 1992, e d’ora in poi l’IMU, devono essere pagate:
- dai proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli situati nel territorio dello Stato;
- dai titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie) sugli immobili sopra elencati;
- dai locatari in caso di locazione finanziaria (leasing);
- dai concessionari di aree demaniali.

Se l'immobile è posseduto da più proprietari o titolari di diritti reali di godimento, l'imposta deve essere ripartita in proporzione alle quote di possesso.

Come per l’ICI anche per l’IMU ogni Comune può deliberare una propria specifica aliquota da applicare rispetto ad un particolare utilizzo dell’immobile.

> torna all'inizio

Come e quando si paga l'IMU

E' attivo, presso le sedi CAF UIL di Roma e Provincia, il servizio di Calcolo del ravvedimento per tardivo versamento IMU.

L'imposta, proporzionata alla quota e ai mesi di possesso degli immobili, va versata analogamente all'ICI in due rate:
- la prima rata (acconto pari al 50% dell'imposta dovuta) da pagare tra il 1° e il 16 giugno;
- la seconda rata da pagare tra il 1° e il 16 dicembre a saldo dell'imposta dovuta per l'anno in corso;
- oppure in un'unica soluzione entro la prima scadenza
.

Come per l'ICI, se si posseggono più immobili nello stesso Comune, basta un unico versamento per l'imposta complessivamente dovuta.

Per il versamento si può ed è conveniente utilizzare il modello F24 che è esente da maggiorazioni per il pagamento.

> torna all'inizio

Calcolo IMU/TASI

Ogni Comune può stabilire aliquote diverse per il tipo d’immobile e tipologia del proprietario/conduttore, la baseimponibile del calcolo è stabilita nelle rendite catastali “rivalutate” moltiplicate ai nuovi coefficienti stabiliti dal governo nel 2012 per il versamento Imu.

Se deliberate vi sono particolari detrazioni o “percentuali di competenza” che possono diminuire l’imposta da versare a seconda dell’utilizzo (es. abitazione principale), conduttore dell’immobile (es. con comodato a familiari di primo grado, con contratto di locazione registrato) rendita catastale e valore isee del proprietario.

Anche per questi versamenti se non si rispettano le date di scadenza, è possibile versare con una piccola maggiorazione quanto dovuto per il ritardo.
ESEMPIO: se si doveva versare 350 € entro il 16, pagando il 27 il versamento dovuto sarà di 358 €. Se si paga il 12 del mese successivo il versamento sale a 361 €.
Per un versamento di 830 € si dovranno versare 838 € se il ritardo è di 5 giorni, 854 € se il ritardo è di 14 giorni, 855 € se di 20 giorni, 862 € se di 40, ecc.

Chiedi all’operatore Caf il calcolo nei termini o con il ravvedimento.

> torna all'inizio

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Novità